mercoledì 31 agosto 2011

Nuova stagione al via: il dettaglio delle squadre

Domenica finalmente si riparte. Il girone B di Promozione torna alla "normalità" dopo l'annata caratterizzata dallo strapotere di San Nicola Sulmona e Vasto Marina.
Senza corazzate al via, ma con tante squadre rafforzate ai nastri di partenza si preannuncia un campionato all'insegna dell'equilibrio dove sarà difficile vincere su ogni campo e che presumibilmente si deciderà al rush finale.

Il Penne parte con i fari puntati, vuoi per i soliti discorsi di blasone, vuoi per una rosa che non è stata smembrata rispetto a quella scoppiettante di qualche mese fa ed anzi probabilmente rafforzata da due innesti di qualità a centrocampo del calibro di Francia e Rosselli.

Ma per vincere un campionato, si sa, tanti sono i fattori molto spesso incontrollabili come gli infortuni, non è un caso se nella stagione appena trascorsa, i biancorossi hanno faticato molto nei periodi più sfortunati sotto questo punto di vista.

Le altre favorite? Azzardiamo qualche pronostico: occhio all'Altinrocca che ha confermato la rosa della passata stagione aggiungendo alcuni elementi di qualità in mezzo al campo, occhio anche all'Amatori Passo Cordone che forte dell'esperienza accumulata lo scorso anno ha mantenuto intatta l'intelaiatura muovendosi con anticipo ed assicurandosi pezzi pregiati in grado di far fare il salto di qualità ad una squadra sempre guidata da mister Di Federico.
Possibili outsider? Occhio al Pratola, neopromosso dal campionato di Prima Categoria. La società peligna ha fatto le cose per bene, e ad una rosa già competitiva ha aggiunto elementi di assoluto spessore per la categoria.

Ma facciamo nell'ordine una brevissima carrellata sull'attuale situazione delle squadre che prenderanno parte al prossimo campionato, in base alle operazioni chiuse in sede di calciomercato.

ALTINROCCA 2011: la neonata società (frutto della fusione tra Roccascalegna e Altinese) punta ai playoff dopo la bella prestazione dello scorso anno all'esordio assoluto nella categoria.
Il ds Bernardinello punta così sulla continuità, confermando in blocco la squadra della passata stagione a partire da mister Di Cencio che rimane in panchina per il secondo anno consecutivo; gli acquisti sono stati di tutto rispetto: dal Real San Salvo sono arrivati il difensore ex Atessa Colanero, ed i centrocampisti Pierri e Carafa due elementi di categoria decisamente superiore. Rinforzato anche l'attacco che vede affianco alle conferme di Pacella e dell'ex Chieti Padolecchia, anche l'arrivo di bomber Antonello Crognale, classe 1976 attaccante da oltre 100 gol in carriera tra Promozione ed Eccellenza.

AMATORI PASSO CORDONE: confermatissimo in panchina il tecnico Di Federico, anche a Loreto si è puntati sulla continuità del programma intrapreso muovendosi già dai primi di giugno per rinforzare, sempre con un occhio al bilancio, la squadra che già la passata stagione aveva sfiorato i playoff. E così oltre a diversi classe 1994 arrivati per soddisfare il parco fuoriquota, la società del presidente Giampietro ha ingaggiato il "jolly" di centrocampo Paolo Di Martile dalla Vis Pianella ed Alessio Rocchio dal Penne. Inoltre a rinforzare il reparto avanzato orfano di Masciovecchio prestato alla Torre Alex, arriva il giovane attaccante brasiliano Fernandes fuoriquota importante per la categoria già presentatosi al pubblico con una doppietta nell'ultima gara di Coppa.

PRATOLA CALCIO 1910: la mina vagante del torneo. La società ha deciso di voltare pagine per quanto concerne la guida tecnica non confermando il tecnico Eugenio Natale nonostante la vittoria dello scorso campionato.
La società peligna si è così buttata su Aldo Di Corcia protagonista lo scorso anno nello stesso girone dei pratolani alla guida del Team 604.
I rinforzi sono di spessore per la categoria, specie nel reparto avanzato rinforzato con gli arrivi di Vincenzo De Carolis, 12 reti la passata stagione con il Capistrello nel girone A e tutti gli anni in doppia cifra in Promozione, e dell'ex Castel di Sangro Manuel Sabatini. Ma la campagna di rafforzamento dei nerostellati è proseguita con gli ingaggi del portiere Carosa dal San Nicola Sulmona, e dei centrocampisti Vitone (Spal Lanciano) e Fusarelli (San Nicola Sulmona).

MOSCUFO: dopo la miracolosa e sofferta salvezza dello scorso anno, la società moscufese è ripartita con grandissimo entusiasmo. La rosa della passata stagione, che presentava notevoli limiti tecnici è stata rinforzata pesantemente in ogni reparto, ed i giallorossi sono pronti a disputare un campionato all'insegna della tranquillità con un occhio puntato addirittura alla zona spareggi.
Confermato il tecnico Ciannavei in panchina, autore del miracolo dello scorso anno, i giallorossi hanno rimpiazzato l'estremo difensore Cantagallo con Bozzelli ex Lauretum e Castel di Sangro la scorsa stagione alla Folgore Sambuceto.
La difesa è stata puntellata con l'arrivo del forte centrale ex Chieti e Miglianico Dell'Elce, a centrocampo importanti gli ingaggi dell'ex biancorosso Edoardo De Collibus e dell'esperto Loris Napoleone, in avanti sono arrivati l'ex Pineto Marco Coppa e l'altro ex biancorosso Mirko Panico rinforzo di notevole spessore per i giallorossi. Confermati gli elementi migliori della passata stagione, tra cui l'esterno di centrocampo Filippone.

FLACCO PORTO PESCARA: l'erede di Masciovecchio passato all'Hatria è l'ex mediano pennese Luca Febo. Confermato il blocco della passata stagione che ha condotto l'undici pescarese ad una salvezza in piena tranquillità, la società del presidente Paluzzi punta a ripetersi. Perso l'attaccante Rapino, i pescaresi hanno chiuso con un rinforzo pesante, trattasi dell'altro ex pennese Guido Di Nicola la scorsa stagione seguito invano proprio dal Penne.

VIS RIPA: dopo il ripescaggio la società rossoverde punta ad un campionato di transizione. La rosa è stata in parte rinforzata, pesante in tal senso l'ingaggio di Roberto Contini.

VIRTUS CUPELLO: non ancora smaltita la delusione del mancato ripescaggio, l'undici vastese punta ad un programma pluriennale per tornare in Eccellenza. Di certo per la stagione a venire con la perdita dei propri "gioielli" come Luca Campli, Della Penna, Farina e Ciccarelli, si punta ad emulare quanto fatto dal San Salvo negli ultimi anni con una programmazione in grado di dar spazio ai giovani. L'obiettivo è quello di una salvezza tranquilla.

CASTIGLIONE VALFINO: obiettivo dichiarato dalla società la salvezza, la neonata società castiglionese avrà in campo tre pezzi da novanta per la categoria come Pasquale Pirozzi prelevato dall'Angolana e gli ex professionisti Stefano Romano e Luca Cichella. Per il resto spazio ai giovani locali ed ai migliori elementi del Castiglione l'anno scorso impegnato in Seconda Categoria. Non è escluso che qualora le cose dovessero mettersi bene a campionato in corso, la società teramana possa intervenire sul mercato per rinforzare ulteriormente una rosa che al momento malgrado i grandi nomi non sembra in grado di reggere la concorrenza per le zone alte.

ACQUA E SAPONE: si riparte da mister Naccarella e dalla conferma di alcuni punti cardine della squadra come i difensori Massascusa e Salvatorelli, ed il centrocampista Sfamurri. Tante vecchie conoscenze del calcio pennese che saranno affiancate dai soliti validi ragazzi del settore giovanile, obiettivo la valorizzazione degli stessi e, sotto il punto di vista sportivo, la salvezza.

LAURETUM: si punta a fare meglio della scorsa stagione, ovvero centrare una salvezza senza patemi d'animo. Dopo aver corretto gli errori dell'annata passata la società loretese ha dato il benservito a mister Mauro Di Pietro sostituito da Enzo Leone. Il mercato estivo ha portato alcuni colpi importanti come l'estremo difensore Vaccarini, il fantasista Buonvivere dall'Acqua e Sapone e la punta Ferrandina già parso in forma nel precampionato.

REAL SAN SALVO: situazione difficile da decifrare; di certo l'atmosfera che si respira non è più quella entusiastica della scorsa estate. La squadra sansalvese mirerà a chiudere un campionato dignitoso cercando di ottenere una salvezza tranquilla pur avendo perso tutti i nomi altisonanti della passata stagione.

TORRE ALEX: pochi rinforzi e poche partenze, la conferma di mister Di Pasquale in panchina e la consapevolezza di poter raggiungere ancora una volta con poco la salvezza. Non può chiedere di più il presidente Cantò la campionato dei suoi.

VIS PIANELLA 90: partito bomber Lomma la società pianellese ha ingaggiato Cipollone reduce dalla stagione con i cugini in Prima Categoria. Sempre dal Pianella è arrivato il difensore Provinciali. Obiettivo salvezza.

TRE VILLE: confermata una squadra già forte dopo la doppia vittoria campionato-Coppa Abruzzo della passata stagione. Si punta alla salvezza.

PACENTRO 91: l'insperata promozione della passata stagione porta la compagine peligna a disputare per la prima volta nella storia il campionato di Promozione. Da spendere per la società c'è poco, si punta forte sui giovani cui è stato affiancato il centrocampista di qualità Murazzo arrivato dall'Eccellenza molisana e con passati tra i professionisti. L'obiettivo non può che essere quello di una salvezza da conquistare con le unghie e con i denti, il doppio scontro di Coppa Italia con la Folgore Sambuceto ha già dato ottime indicazioni.

FOLGORE SAMBUCETO: aperta una nuova fase con la nuova società dei viola. Persi i "big" Cocco, Di Nardo, Mucci e D'Alonzo, i sambucetesi sono inizialmente ripartiti con mister Chinellato; l'abbandono del tecnico ex Passo Cordone ha portato all'inaspettato ritorno di Castellano in panchina che solo a maggio aveva deciso di intraprendere nuove avventure.
Dopo gli ingaggi di Corti e Ferri la società è corsa ai ripari, specialmente dopo la doppia sconfitta col Pacentro in Coppa, assicurandosi elementi di valore del calibro di Sablone (anche per lui un ritorno a distanza di pochi mesi), Mimola e Farias.
La società intende intraprendere un programma pluriennale per consolidare la rosa e tornare a competere al vertice, per il momento si pensa a salvarsi.

CALDARI: salvezza a tutti i costi. Non può ambire ad obiettivi di maggior importanza la compagine ortonese ritrovatasi in Promozione quasi per caso. Partiti per disputare un campionato tranquillo infatti, gli uomini di Simonetti hanno stupito tutti trovandosi in vetta e riuscendo a vincere il campionato.
Anche qui si punterà sui giovani e si cercherà di puntellare l'organico per ottenere l'obiettivo sperato, ma al momento sembra la squadra più debole del torneo.